massaggio connettivale

Il massaggio connettivale è un tipo di massaggio che prevede la messa in pratica di particolari tecniche di manipolazione che mirano a raggiungere e stimolare i tessuti più profondi, quale è, appunto, il tessuto connettivo. Lo scopo del massaggio connettivale è quello di stimolare una determinata area del corpo al fine di ottenere un effetto benefico sia locale (qualora ce ne sia bisogno), sia riflesso su funzioni viscerali o organi posti in profondità, anche in sedi distanti da quella in cui il massaggio viene praticato.
Il massaggio connettivale viene impiegato sia come trattamento contro inestetismi di vario tipo, sia come rimedio contro disturbi che interessano muscoli e articolazioni.
Nel dettaglio, il massaggio connettivale trova largo impiego in quella che si può definire come la dura lotta alla cellul, ma le tecniche di manipolazione che lo caratterizzano possono essere usate anche per contribuire a ridurre altre tipologie d’inestetismi, come smagliature, rilassamento cutaneo e talvolta cicatrici.
Oltre che per il miglioramento dell’aspetto estetico, il massaggio connettivale trova impiego anche in caso di:

Dolore di diverso tipo (dolore cronico, dolori lombari, ecc.);

Ridotta mobilità articolare (dovuta, ad esempio, a dolori cronici, traumi, ecc.);

Contratture, rigidità e/o tensioni muscolari;

Disturbi connessi all’assunzione di una postura scorretta;

Sintomi derivanti da disturbi del tessuto connettivo.

Inoltre, il massaggio connettivale viene talvolta sfruttato anche nell’ambito della riabilitazione da traumi sportivi, traumi ripetuti o altri infortuni.